Dall’ultimo fronte. L’Ucraina di Andy Rocchelli e Andrey Mironov

12 dicembre 2017

Andrea (Andy) Rocchelli, nato a Pavia nel 1983, laureato in Visual Design al Politecnico di Milano, fotografo, ha fondato nel 2008 con 4 altri colleghi il collettivo indipendente Cesura, con sede a Pianello (PC). Tra i suoi progetti fotografici spiccano le violazioni dei diritti umani nel Caucaso
russo (Inguscezia, Daghestan, Cecenia); la crisi in Kirghizistan (2010) in collaborazione con Human Rights Watch; gli sviluppi delle primavere arabe in Tunisia e in Libia (2011).
In Italia si è occupato del fenomeno del “velinismo”, di vocazioni religiose, di criminalità organizzata in Calabria, di migranti africani e del loro sfruttamento nelle campagne del Meridione. I suoi scatti sono stati pubblicati da alcune delle maggiori testate internazionali come Newsweek, Le Monde, Wall Street Journal, Foreign Policy, Novaya Gazeta, Sportweek, NZZ, Kommersant.
Nel febbraio 2014 è a Kiev a documentare la protesta di Maidan. Nel frattempo prepara un libro fotografico, in cui ritrae dall’interno l’universo femminile moscovita. Alle foto di Russian Interiors, pubblicato postumo, è stato attribuito il World Press Photo 2015.
Il 24 maggio 2014 è ucciso da colpi di mortaio ad Andreevka alla periferia di Sloviansk (Est Ucraina), dove si trovava per documentare le sofferenze della popolazione civile, presa nella morsa del conflitto tra separatisti filorussi ed esercito ucraino. Con lui cade il suo accompagnatore e amico, il giornalista russo e attivista per i diritti umani Andrey Mironov.
Dal 2014 si sono tenute sue mostre personali a San Marino, a Montecarasso (Svizzera), a Pavia e a Roma. A Rocchelli e a Mironov è stato assegnato nel 2014 il premio Kamerton (Diapason), istituito dall’Unione indipendente dei giornalisti russi in memoria di Anna Politkovskaja per ricordare chi si è distinto nella difesa dei diritti umani e della libertà di stampa.

Dall’ultimo fronte.
L’Ucraina di Andy Rocchelli e Andrey Mironov
Fotografie di Andy Rocchelli
La mostra è organizzata da Festival dei Diritti Umani di Milano, Federazione Nazionale della Stampa, Articolo 21
In collaborazione con Famiglia Rocchelli / Ferrari
Con il patrocinio di Ordine Lombardo dei Giornalisti, Associazione Lombarda dei Giornalisti
A cura di Leonardo Brogioni
Stampe fotografiche e allestimento Cesuralab
Audio composizione Elisabetta Ranieri, Jonathan Zenti
Coordinamento produzione Giorgia Fazzini

Tagged with: , ,