Dossier: la questione ambientale e le campagne sul clima nel mondo

10 marzo 2018

Dossier a cura di Nada Wael e Valentina Greco della Civica Scuola Interpreti e traduttori Altiero Spinelli di Milano

_ _ _

1) La questione ambientale in Europa

Gli effetti del cambiamento climatico iniziano a rendersi visibili in tutte le regioni d’Europa. Questo cambiamento sta causando un grande impatto sulla società e sull’ambiente e nei prossimi anni porterà danni molto costosi. Oggi in Europa si stanno registrando delle temperature medie molto più elevate rispetto al passato. I modelli di precipitazione stanno anch’essi cambiando: ci sono meno piogge nelle regioni meridionali e più piogge nei Paesi del Nord Europa. La calotta glaciale della Groenlandia si sta sciogliendo così come gran parte del ghiaccio del Mar Glaciale Artico. In questi ultimi anni, fenomeni climatici estremi come ondate di calore, inondazioni e siccità hanno causato danni costosi ai Paesi europei. [continua a leggere]

2) Le campagne ambientali in Africa

Prima trattare delle campagne ambientali in Africa, va detto che parliamo del terzo continente per estensione, dopo Asia ed America, caratterizzato da una grande varietà di climi e ambienti: savana, deserto, foresta pluviale, foresta tropicale, alta montagna. È attraversato sia dall’Equatore (zone in cui si concentrano la maggior parte delle precipitazioni), sia dai due Tropici. [continua a leggere]

3) La questione ambientale in Asia

L’impatto del cambiamento climatico ha già iniziato a farsi sentire in tutto il mondo, ma nei prossimi anni ad esserne maggiormente colpita sarà l’Asia, zona in cui vive un terzo della popolazione più povera del nostro pianeta. Se nei prossimi anni non si arriverà ad una soluzione concreta e a delle misure efficaci per combattere il cambiamento climatico nel continente asiatico, tutti i progressi economici e scientifici raggiunti dagli Stati che lo costituiscono si ridurranno drasticamente. [continua a leggere]

4) La questione ambientale in Oceania

Pensando all’Oceania, pensando all’Australia e alla Nuova Zelanda, spesso immaginiamo paesi lontanissimi e quindi molto diversi da quelli in cui siamo abituati a vivere e viaggiare. Eppure, i problemi ambientali da cui sono afflitti sono gli stessi di altre zone del mondo, con alcune ovvie differenze legate alle specificità dei loro territori. [continua a leggere]

5) Le campagne ambientali in Nord America

Il territorio del Nord America è suddiviso politicamente fra Canada e Stati Uniti, Paesi quasi esclusivamente circondati dalle acque del Mar Glaciale Artico, dall’Oceano Atlantico e da quello Pacifico. Sul loro territorio sono inoltre presenti alcuni corsi d’acqua e laghi di grande portata: i fiumi Mississippi, il Missouri e il San Lorenzo, il Colorado e il Columbia; il distretto dei Grandi Laghi posto al confine fra Canada e USA. Dalla pesca, ora attività economica fondamentale solo in Groenlandia, dipende comunque il reddito di varie città costiere; tuttavia, a causa del consumo intensivo di alcune specie animali, esse sono a rischio di estinzione, eventualità che causerebbe numerosi problemi non solo all’ambiente, ma anche agli uomini. [continua a leggere]

6) La questione ambientale in America Latina

Oggi l’America Latina è fortemente minacciata dal cambiamento climatico. Le condizioni geografiche e climatiche estreme, unite ai fattori economici, sociali e perfino istituzionali, stanno aumentando l’impatto dei cambiamenti climatici nell’area. In generale, l’innalzamento della temperatura in questo continente sta causando un notevole stress idrico che porta alla riduzione dell’energia idroelettrica utilizzabile. [continua a leggere]

7) Le campagne ambientali in Russia

La maggior parte delle campagne ambientali in Russia (attive) sono promosse dal WWF, la più grande Ong operante nel Paese da 23 anni, con più di mille progetti attivi sul campo. Le tematiche affrontate sono legate alle peculiarità del suo territorio e del settore economico primario: gestione sostenibile delle foreste, pesca sostenibile, green economy (petrolio, gas associato, industria mineraria), emergenza climatica. L’organizzazione Greenpeace si sta invece occupando dello scioglimento dei ghiacci nell’Artico, mentre l’associazione umanitaria Oxfam della corretta ridistribuzione delle risorse[continua a leggere]

8) La questione ambientale in Medio Oriente

Il Medio Oriente è un’area molto vasta, include paesi ricchi del Golfo, altri poveri con una situazione conflittuale (Iraq, Levante e Yemen) e paesi del Nord Africa come (Egitto, Libia, Algeria, Tunisia e Marocco). Il cambiamento climatico qui ha molte conseguenze negative. Secondo alcune indagini, in quest’area è previsto un aumento di siccità, il surriscaldamento climatico, la perdita delle aree costiere a causa dell’aumento del livello dell’acqua nei prossimi anni. [continua a leggere]

Tagged with: , ,