La diretta streaming del Festival dei Diritti Umani

LIVE-STREAMING!

Inka-Saara Arttjeff, rappresentante del popolo Sami
Nara Baré, leader del Coordinamento Organizzazioni Indigene dell’Amazzonia Brasiliana (COIAB)
Marina Calloni, professore ordinario di Filosofia Politica Sociale all’Università Milano Bicocca
Antonella Cordone, responsabile per i popoli indigeni all’IFAD
Hindou Oumarou Ibrahim, coordinatrice dell’Associazione delle Donne e Popolazioni Indigene del Chad
Francesco Martone, portavoce della rete In Difesa Di – per i diritti umani e chi li difende
Victoria Tauli-Corpuz, relatore speciale sui diritti dei popoli indigeni delle Nazioni Unite
modera Luca Martinelli

– – –

World Access to Modern Energy di Marco GarofaloMatteo Leonardi e Pippo Ranci

– – –

Keynote speech di Khalid Malik, Global Sustainability Forum

– – –

La fortezza Europa è chiusa a persone che spesso fuggono dai disastri causati anche dal sistema dei consumi e degli investimenti dell’Occidente. Introdurre lo status di profugo ambientale sarebbe un parziale risarcimento.
Con:

Cristina Cattaneo, ricercatrice FEEM
Grammenos Mastrojeni, diplomatico italiano e autore di Effetto Serra. Effetto guerra
Hindou Oumarou Ibrahim, coordinatrice dell’Associazione delle Donne e Popolazioni
Indigene del Chad (AFPAT)
video-intervento di Antonio Panzeri, presidente della Sottocommissione per i diritti dell’uomo al Parlamento Europeo
modera Marco Trovato (direttore editoriale di “Africa”)

– – –

In collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Milano e l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano.
Sviluppo senza inquinamento, crescita senza smog: spesso non è andata così. Perché il cittadino non ne rimanga vittima, per garantirgli il diritto fondamentale alla salute, occorre che medici e avvocati trovino linguaggi e obiettivi comuni. Un convegno aperto a tutti, che assegna crediti formativi ai partecipanti iscritti agli Ordini.
Con:

Edoardo Bai, epidemiologo
Federico Boezio, avvocato specializzato in Diritto ambientale
Stefano Caserini, ingegnere ambientale
Paolo Crosignani, epidemiologo
Angelo Leone, avvocato specializzato in Diritto ambientale
Ugo Taddei, avvocato di ClientEarth
moderano Rosy Battaglia (giornalista e ideatrice di Cittadini Reattivi) e Danilo De Biasio (direttore del Festival dei Diritti Umani)

– – –

Buone pratiche: Silvia Bartellini (Passepartout – Rete di imprese sociali)

Foto: Environmental migrants: The last illusion di Alessandro Grassani | modera Elena Parasiliti (Terre di mezzo)

– – –

È inutile negarlo: guerre e migrazioni sono causate anche dai fenomeni climatici estremi, che distruggono le economie e le società fragili. Dunque, riequilibrare il clima significa agire anche sui diritti umani. Riscoprire le antiche conoscenze aiuta ad evitare che milioni di persone fuggano verso le metropoli.
Dibattito:

Caterina Sarfatti, C40 Cities Programme Manager for Special Projects
Hindou Oumarou Ibrahim, coordinatrice Associazione delle Donne e Popolazioni Indigene del Chad (AFPAT)

– – –

FOTO – Crepe di Andrea Kunkl

In collaborazione con Emergency

– – –

Malgrado tutti gli appelli di questi anni, l’acqua continua ad essere un bene prezioso che pochi si accaparrano e molti usano come bottino di guerra. Una regolamentazione è possibile? Tre punti di vista sul tema.
Con:

Livia Pomodoro, presidente di Milan Center For Food Law And Policy
Emanuele Bompan, giornalista ambientale e geografo
Marirosa Iannelli, ricercatrice su cambiamenti climatici e watergrabbing
modera Azzurra Meringolo (giornalista Rai)

L’acqua non è solo un bene prezioso, è soprattutto un diritto. Che viene calpestato da chi se ne accaparra, da chi la inquina, da chi la spreca. Molto dipende da ciascuno di noi: usare meno plastica, chiudere il rubinetto quando non serve. Difendere i propri diritti è possibile.
Con:

Mascha Stroobant, ricercatrice e divulgatrice scientifica
Giovanna Procacci, Contratto mondiale sull’acqua

– – –

Una popolazione in crescita, sempre più concentrata nelle città. In questo mondo le metropoli possono essere la soluzione ai grandi problemi contemporanei. Purché non si faccia come Leonia, la città immaginaria di Italo Calvino che gettava tutto nell’immondizia, facendola diventare «una fortezza di rimasugli indistruttibili».
Con:

Stefano Boeri, architetto e urbanista
David Miller, direttore dell’area North America di C40 Cities e Ambassador for Inclusive Climate Action
modera Paolo Foschini (“Buone Notizie – Corriere della Sera”)

– – –

Questo secondo giorno di #FDU2018 è continuato con un brano teatrale recitato da Elisabetta Vergani, le foto di Silvia Tenenti e le “Buone pratiche” di Giuseppe Savino.
Per chi l’avesse perso, ecco il video della seconda parte della mattinata, trasmessa in streaming:

– – –

Il secondo giorno di Festival dei Diritti Umani 2018, dedicato alla Terra, “Una. Per Tutti. Non per pochi”, ha aperto la sua mattinata di dibattiti per gli studenti in Salone d’Onore con i ricercatori Daniele BocchiolaMatteo Dell’Acqua.
Qui sotto il video completo dell’evento disponibile in streaming.

– – –