Scienza e razzismo: quando gli algoritmi soffrono di bias cognitivi

  • Home
  • Eventi
  • Scienza e razzismo: quando gli algoritmi soffrono di bias cognitivi
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Scienza e razzismo: quando gli algoritmi soffrono di bias cognitivi

23 Aprile, 14:00 - 14:30

☛ Segui l’evento ☚

con Silvana Badaloni,  Ingegnere dell’Informazione – Università degli Studi di Padova e Membro AIxIA;
Guglielmo Tamburrini, Filosofo della scienza e della tecnologia, Università di Napoli Federico II;
e Elisabetta Tola, giornalista scientifica, caporedattrice Il Bo Live.

In collaborazione con Il Bo Live.

Riconoscimento facciale, prevenzione dei crimini, accesso a un colloquio di lavoro. Le applicazioni che, sfruttando l’intelligenza artificiale e grandi moli di dati, decidono e decideranno della nostra vita sono in aumento. Ma gli algoritmi che le muovono non sono neutrali: le loro ‘scelte’ dipendono dai dati usati e da come sono stati istruiti. E spesso riflettono gli stessi pregiudizi di chi li ha programmati e messi a punto. Abbiamo così molti casi di vero e proprio razzismo, sessismo, classismo tecnologico. La soluzione? Conoscerli, perché il problema prima che tecnologico è culturale.

Dettagli

Data:
23 Aprile
Ora:
14:00 - 14:30
Categoria Evento: