Mondovisioni: Festival Diritti Umani, Intersos, Internazionale

Inizia questa sera con Midnight Traveler la prima rassegna cinematografica dei documentari di Internazionle, frutto della collaborazione fra Festival dei Diritti Umani e Intersos. L’appuntamento è per questa sera alle 20.30 all’auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare, in Via Ollearo 5.

Ospite della serata il giornalista del Corsera Andrea Nicastro.

 

 

Prossimi Appuntamenti

18 feb: Mission Lifeline (2019 – durata 68′ – Lingua: Tedesco, spagnolo e inglese – Sottotitoli: Italiani): Con lo scopo di salvare i migranti dall’annegamento nel Mediterraneo, Axel Steier e la ONG tedesca Mission Lifeline hanno lavorato per anni per raccogliere fondi, fino a riuscire, insieme ad altre due organizzazioni spagnole, a comprare una nave e partire. Nella loro città, Dresda, l’idea trova molti sostenitori ma altrettanti nemici, e poi c’è la dura realtà che li attende in mare: dalle barche di profughi che affondano sotto i loro occhi ai colpi di arma da fuoco della milizia libica. Per due anni il regista ha seguito Axel e il suo team, tra la Germania e il Mediterraneo, dove l’impegno a salvare persone dalla morte certa si trasforma in lotta per l’ideale europeo. La nave della ONG è stata alla ribalta delle cronache quando, nel giugno 2018 con 234 naufraghi a bordo, fu una delle prime a dover cercare per giorni un porto e un paese che le permettesse di attraccare.
Ospite: Carlotta Dazzi (giornalista, nel 2015 ha salvato con la sua barca a vela 50 migranti in Grecia)
Link> https://www.eventbrite.it/e/92719278859

03 mar: Bellingcat – Truth in a post-truth World (2018 – durata 89′ – Lingua: Inglese, olandese e tedesco – Sottotitoli: Italiani): Il collettivo Bellingcat, all’avanguardia del giornalismo contemporaneo, è un gruppo di ricercatori online impegnato a svelare la verità dietro notizie e vicende da tutto il mondo, dal disastro del volo MH17, alla guerra in Siria, al misterioso avvelenamento di una spia russa nel Regno Unito. Il fondatore Eliot e la sua squadra verificano le versioni di giornali, reti e governi, utilizzando tecniche digitali e crowdsourcing per un approccio innovativo rispetto al giornalismo investigativo tradizionale. Ma nell’epoca delle fake news e dei “fatti alternativi”, con governi sempre meno affidabili e giornali tradizionali in declino, cosa rappresenta il loro successo di fronte al cambiamento delle nostre società e alle trasformazioni di politica, tecnologia e social media?
Ospite: Matteo Villa (analista e ricercatore dell’ISPI)
Link> https://www.eventbrite.it/e/92720275841

11 mar: Days of Hope (2013 – durata 74′ – Lingua: Bambara, danese, francese, inglese, svedese e altri dialetti africani – Sottotitoli: Italiani): Ogni anno migliaia di africani cercano di raggiungere l’Europa, lasciandosi tutto alle spalle. Harouna ha salutato la sua ragazza e un figlio, ma è bloccato nella città di Nouadhibou in Mauritania. Thelma era stata abbandonata bambina in Ghana, ora 12 anni dopo raggiunge la madre in Danimarca, per scoprire una vita diversa da quella che immaginava. Austin ha superato il Mediterraneo e passando per il Centro d’accoglienza di Siracusa è arrivato Copenaghen, dove vive di espedienti. Sono solo alcune delle storie che si celano dietro le statistiche sull’immigrazione e i titoli sulle tragedie nei mari d’Europa.
Ospite: Francesca Matarazzi (Operatore Umanitario INTERSOS)
Link> https://www.eventbrite.it/e/92721451357

17 mar: Voyage en Barbarie (2014 – durata 72′ – Lingua: Inglese e arabo – Sottotitoli: Italiani): Il Sinai è diventato teatro di una vera tratta degli schiavi: a partire dal 2009 50mila eritrei sono passati da qui, e 10mila non ne sono mai tornati. Giovani, di buona famiglia, cristiani, in fuga da una dittatura, vengono rapiti durante la marcia verso il Sudan e torturati da beduini che non hanno che un obiettivo: ottenere un riscatto dalle famiglie, come conferma l’intervista senza precedenti a uno di loro. Tre sopravvissuti ci consegnano la loro testimonianza: Germay, rifugiato al Cairo, e Robel e Haleform, che hanno ottenuto asilo in Svezia. Le loro voci sono le prime a svelare una vicenda avvolta dal silenzio, l’ennesimo dramma sulle rotte della migrazione. Ospite: Alganesh Fessaha (è chiamata l’Angelo dei Migranti, ha salvato migliaia di eritrei nel deserto del Sinai).
Link> https://www.eventbrite.it/e/92721906719

La visione dei documentari è gratuita, è gradita la prenotazione.